A casa di mia suocera.

Ciao sono ancora io. Ieri sono andato da mia suocera e in casa ad aspettarmi cera anche la nonna. Erano stupende tutte e 2 sul divano mezze nude, tette al vento. Io mi  eccitai subito e cominciai a baciarle. Poi mia suocera mi guardò e mi disse: "oggi ti secchiamo le palle perché vogliamo una sborrata sui piedi una dentro la figa o al culo e una in faccia a testa". Io che non sono un genio in matematica capii lo stesso che dovevo sborrare 6 volte in poco tempo. Cominciai a chiavare la nonna dopo una bella leccate e un bel pompino cominciai con un ritmo fortissimo e lei urlava come una troia così leccai e inondai subito i suoi piedi. Poi senza fermarmi cominciai a scoparla di nuovo a pecora dopodichè lei volle mettersi a smorzacandela e fu li che le riempii la figa. Dopo un altra scopata le lavai la faccia con la mia crema. Poi dissi a mia suocera: "su troia tocca a te". Infatti si spogliò e si fece leccare, mi fece un pompino e una spagnola con i suoi tettoni e

cominciai a montarla a pecora. Poi mi misi fra le sue gambe scopandola e leccandole i piedi per poi ungerli di sperma. La scopai di nuova a pecora poi decisi di incularla e quando vidi che il suo buco del culo rimaneva aperto anche senza il mio cazzo mirai il buco e glielo  riempii. Poi feci uscire la sborra mettendoglielo dentro di nuovo e cominciando una nuova cavalcata . Continua fino ad irrorare  la sua faccia di bianca calda e saporita sborra ma la troia non contenta si fece pulire il viso dalla lingua di mia nonna. Io con la cappella ormai livida e le palle vuote mi vestii e andai via lasciando le 2 porche in una 69 bestiale.

 

PiediMature

Se vuoi lasciare un commento sul racconto  clicca sull'icona a lato.